La capacità di resistere ai tentativi di effrazione della porta blindata

La resistenza all’effrazione rappresenta la caratteristica prioritaria, in quanto la porta d’ingresso viene ideata, progettata e realizzata per proteggere innanzitutto le persone, gli ambienti e le cose da pericolose intrusioni esterne.
La resistenza all’effrazione, in termini di requisiti, classificazione e metodologie di prove, è regolamentata da norme europee (EN 1627, EN 1628, EN 1629 e EN 1630) che definiscono i test da effettuare sui campioni:
• prova di carico statico
• prova di carico dinamico
• prova di attacco manuale
Se tutti i test hanno esito positivo, il campione viene classificato, secondo la norma UNI ENV 1627, in specifiche classi di appartenenza che vanno dalla 1 alla 6 in senso migliorativo.